giovedì 22 ottobre 2015

Grazie perché - tu sei me io sono te



Grazie perché
mi eri vicina
ancora prima di essere mia
e perché vuoi
un uomo amico
non uno scudo
vicino a te

grazie che vai
per la tua strada
piena di sassi come la mia
grazie perché
anche lontano
tendo la mano
e trovo la tua

Io come te
vivo confusa
favole rosa...
non chiedo più
Grazie perché
mi hai fatto sentire
che posso anch'io volare
senza di te
io mi riposo
dentro i tuoi occhi

io coi tuoi occhi
vedo di più

grazie perché
anche lontano
tendo la mano
e trovo la tua

con te ogni volta
e' la prima volta
non ho paura vicino a te

Grazie perché

non siamo soli
non siamo soli

grazie perché

vivere ancora
non fa paura

solo con te
grazie perché

oh oh oh oh

anche lontano...



tendo la mano
e trovo la tua
tendo la mano
e tu ci sei...


Gianni Morandi - Amii Stewart

lunedì 12 ottobre 2015

La formazione al senso della Vita: il LogoCounselling

Un caro amico mi chiede di dare supporto alla sua nuova iniziativa (tra le sue infinite). Lui PaoloGiovanni, e i suoi seminari ti cambiano per sempre.

"... Il tema educativo e di umanizzazione delle relazioni e' quello portante, e vede come destinatari tutti coloro che si occupano, per professione o scelta di vita, di relazione come atto che aiuta, di sostegno, di terapia. La location permette ogni soluzione logistica. 

Vi chiedo, con gentilezza, di voler fare copia della locandina ed affiggerla nelle vostre sedi di lavoro, oppure metterla nei vostri spazi web o, comunque, di facile visibilità. 

Grazie, buona settimana 
PaoloGiovanni Monformoso"




martedì 22 settembre 2015

Tu sei me io sono te

è inconcepibile,
a due come noi così ligi alle regole,
quello che può succedere ad un certo punto della vita.
tutto quello che non era nemmeno compreso nelle cose possibili,
inizia a succedere.
li davanti hai tutto il mondo
tutto sembra bello,
le paure,
lentamente,
si sciolgono,
e per la prima volta inizi a capire
che quello precedente
non era il mondo che avevi scelto ma quello che gli altri
avevano scelto per te
poi passa anche la rabbia
inizi a vedere le cose,
così come sono:
belle,
misteriose,
da scoprire.
il giudizio se ne va
le aspettative
tue e degli altri
svaniscono
puoi,
finalmente,
essere te
e iniziare a desiderare
ecco perché anche se ti amo so che devi prima farli quei passaggi per potermi capire.
te sei me, mio dolce amore, un secolo fa.
allora non posso non avere fiducia che tu ti libererai
e volerai alta
e ti riprenderai anche il mio tempo.
sarai il me che ho faticato ad essere
ma sarai sopratutto il te che desidererai essere
la donna che ho atteso
tutta la vita ma nemmeno immaginavo esistesse
forse adesso sai perché ti ho amata dal primo istante che ti ho vista
tra noi non c'è differenza ne diffidenza.
nulla da abbattere
nulla da perdere
/* side bar sinistra */